Il prossimo 5 e 6 novembre ci sarà il primo Walking Day a Milano, un evento per far scoprire i benefici del camminare abbinati a una sana alimentazione

Mangiare bene, in modo sano è un caposaldo per un corretto stile di vita, ma se a una giusta alimentazione si abbina una vita sedentaria i benefici che si ottengono sono decisamente ridotti.
Bisogna fare anche attività fisica e la prima edizione del Walking Day, che si terrà il 5 e 6 novembre all’Arena Civica “Gianni Brera” di Milano, è stata pensata proprio per sensibilizzare le persone verso uno stile di vita migliore, più completo.

Partecipare a questo evento aiuta anche il Banco Alimentare

Secondo alcune ricerche il 50 per cento della popolazione europea non fa nessuna attività fisica. Per prevenire malattie cardiovascolari, e non solo queste, i medici consigliano di fare almeno 5000 passi al giorno, ma attenzione che questa soglia sarà presto raddoppiata perché più si cammina più benefici si ottengono. E tutti possono camminare: bambini, ragazzi, adulti e anziani.

Il primo Walking Day nasce con l’idea di creare in città un percorso per camminare, naturalmente una camminata veloce, circa sei chilometri all’ora, una velocità di poco superiore a quella che di solito si tiene. Un percorso che possa portare alla scoperta di angoli sconosciuti e monumenti, unendo così sport e cultura. Il giro di otto chilometri si snoderà dall’Arena Civica attraverso Parco Sempione, toccando la Triennale, il Castello e l’Arco della Pace.

L’evento, promosso da Opes, organizzazione per l’educazione allo sport, e organizzata da Promos Italia, Map Italia - Fitwalking Italia (fondata dai fratelli Damilano), Scuola Italiana Nordic Walking, Rcs Active Team, Csportmarketing e Theoria, vuole essere l’occasione per far avvicinare alla camminata veloce tutte quelle persone che non praticano attività sportiva. Oltre all’evento di domenica, il sabato sarà aperto il villaggio per tutta una serie di attività d’avvicinamento a questa pratica.

Sarà possibile avere un consulto con i medici dell’Istituto Auxologico Italiano per capire come muoversi per tornare a praticare attività sportive. Se si proviene da un periodo di sedentarietà non è corretto ripartire di colpo, si rischia di avere dei problemi. Saranno disponibili anche istruttori di Nordic Walking e di Fitwalking per fornire informazioni ai neofiti e consigli a chi già pratica questo tipo di camminata (la prima è fatta con l’ausilio di due bastoncini).

I posti a disposizione per questa manifestazione sono solo 2000 per questa edizione e l’iscrizione costa 12 euro per gli adulti e 2 euro per i bambini. Una parte di questi soldi sarà devoluta al Banco Alimentare, l’onlus che si occupa di recuperare alimenti da devolvere ad altre strutture che si occupano di dar da mangiare a persone indigenti. Il loro lavoro fornisce pasti a oltre un milione e mezzo di persone ogni giorno, di cui 135mila sono bambini tra i 2 e i 7 anni. Con i fondi raccolti dai 2000 iscritti Banco Alimentare sarà in grado di fornire 60mila pasti.

Il primo Walking Day sarà dunque l’occasione per scoprire come sana alimentazione e sport sono la faccia della stessa medaglia, quella di un corretto stile di vita. Senza contare che questa camminata fa bene sia a chi la fa sia ad altri che vengono aiutati.