Insider è un nuovo servizio di selezione di ristoranti e pizzerie lanciato da TheFork in collaborazione con le guide Espresso, Identità Golose e Gambero Rosso. Solo i locali top ne faranno parte

Piccola rivoluzione nel mondo delle prenotazioni online dei locali con Insider firmato TheFork, realtà che opera in questo settore attraverso gli omonimi sito e app per smartphone. con Insider introduce una ulteriore selezione nei locali, semplificando l’esperienza della scelta e prenotazione del pranzo o della cena.

Il mondo della ristorazione ha bisogno di servizi che facilitino la scelta e la prenotazione dei pranzi e delle cene

Per la prima volta TheFork collaborerà con le tre principali guide italiane: Espresso, Gambero Rosso e Identità Golose. Saranno inseriti nella nuova app, già disponibile per il download, una selezione di locali presenti nelle sopracitate guide. I parametri per farne parte sono stati pensati per andare incontro alle esigenze dei consumatori e aiutarli nella scelta di locali “top”.

Prendendo a esempio Milano, il numero di locali presenti su TheFork è poco meno di 2mila, mentre in Insider sono meno di 100. Questa “scrematura” è stata possibile integrando le informazioni presenti nella applicazione con le valutazioni delle guide. In questo modo quello che emerge è il meglio di questi due mondi.

Insider sarà presente in questa fase iniziale in quattro città, Milano, Torino, Roma e Firenze, ma stanno già lavorando per ampliare il servizio anche al resto dell’Italia. Particolarità di Insider è la scelta di affidarsi a professionisti del settore per scrivere le schede descrittive dei locali e realizzare le fotografie. Tutto per offrire un servizio migliore.

Un’altra novità è Pop, un’altra selezione fatta da TheFork con i locali che offrono uno sconto tra il 20 e il 50 per cento. Gli utenti possono così accedere in modo rapido alla prenotazione di questi locali, senza dover agire sui filtri presenti nel percorso generale che comprende tutti i ristoranti offerti.

«Orientarsi nell’offerta ristorativa – ha spiegato Almie Ambeskovic – per gli utenti è sempre più complesso. Grazie a questi nuovi percorsi, che si aggiungono alle nostre consuete selezioni, gli utenti potranno subito individuare il ristorante adatto alle proprie esigenze. Insider rappresenta una grande novità. Si tratta di un percorso che racchiude il meglio della nostra offerta».

La selezione Insider non sarà statica, ma sarà in costante evoluzione. Qui potranno entrare tutti i ristoranti partner che rispetteranno i parametri di selezione. Uno stimolo in più per i gestori dei locali che vogliono emergere. La soddisfazione del pubblico di TheFork è importante, infatti, la soglia per entrare è una valutazione di 9 punti, può scendere a 8 nel caso il ristorante sia presente sulle guide, ma non meno di questa. Una scelta fatta per garantire gli utenti sulla bontà dell’offerta gastronomica.

In questo momento il mondo della ristorazione sta attraversando un momento particolare, secondo quanto detto da Lino Enrico Stoppani, presidente Fipe (Federazione italiana pubblici esercizi), con costi sempre più alti e la necessità di riuscire a sfruttare al meglio i coperti a disposizione. Per esempio sfruttare la possibilità di fare più turni, ma per farlo bisogna essere in grado di gestire al meglio il servizio di prenotazione e un servizio come TheFork aiuta.

Aiuterebbe, e su questo sono concordi i responsabili delle guide utilizzate, anche una maggiore attenzione da parte dei clienti: se si prenota ci si presenta, mentre molti non avvisano neanche che non verranno e questo provoca un danno economico ai ristoranti. In alcuni casi si sta utilizzando una carta di credito come garanzia.

Un percorso culturale che coinvolge tutte le parti, clienti, ristoratori, chi fornisce servizi e chi recensisce e scopre i ristoranti. Un percorso che con Insider fa un passo in avanti verso una maggiore qualità.