La 7ª edizione di Taste of Milano si sposta al The Mall, 20 cuochi creeranno dei piatti per l’occasione così da avvicinare la gente all’alta cucina

La prossima edizione di Taste of Milano nuova, un cambio d’abito per continuare a dare qualcosa di nuovo per coinvolgere i milanesi e gli amanti della gastronomia e della buona cucina. LA principale novità, dalla quale tutto deriva, è il cambio di sede: da via Tortona al nuovo quartiere di Porta Nuova Varesine. Per la precisione al The Mall. La nuova struttura che ospiterà l’evento permette di apportare alcune modifiche a un formato che sin dalla prima edizione ha trovato il giusto appeal con Milano. L’appuntamento è per il prossimo mese di maggio, per l’esattezza dal 19 al 22, con 20 cuochi, in rappresentanza di altrettanti locali, che proporranno delle loro specialità a un prezzo accessibile.

Novità in vista per la nuova edizione di Taste of Milano

La formula di Taste of Milano non cambia, rimane quella di tutti i Taste Festival, presenti in 22 Paesi e che coinvolgono migliaia di appassionati. In questi anni ci sono stati diversi passaggi di proprietà dell’evento. Ora è in mano all’Img, multinazionale del mondo degli eventi con sede a Londra, che ha deciso di puntare molto su questo tipo di manifestazione. All’orizzonte, dunque, ci saranno parecchie novità, soprattutto alla luce della rete di relazioni creata con cuochi in tutto il mondo: ci potranno essere chef ospiti proveniente da altri Paesi.

Tornando all’evento milanese, i 20 cuochi si alterneranno in due gruppi di 10: i primi due giorni uno, i successivi due l’altro. Si avrà così la possibilità di avere accesso a ben 80 piatti pensati per l’occasione da chef stellati e di alto livello. Al momento è prevista la partecipazione di questi cuochi: Roberto Okabe del Finger’s, Andrea Provenzani de Il Liberty, Yoji Tokuyoshi di Tokuyoshi, Roberto Conti de Il Ristorante Trussardi alla Scala, Felice Lo Basso del nuovo Felix Lo Basso Restaurant, Wicky Pryian del Wicky’s, Elio Sironi del Ceresio 7, Alessandro Buffolino di Ristorante Acanto dell’Hotel Principe di Savoia, Andrea Berton del Ristorante Berton, Luigi Taglienti del nuovo Ristorante Lume e Tano Simonato di Tano Passami l’Olio. A loro si aggiungo quelli provenienti da fuori: Giuseppe Iannotti di Kresios di Telese Terme (BN) e Barcellona, Terry Giacomello di Inkiostro di Parma, Angelo Troiani de Il Convivio di Roma e Christian e Manuel Costardi del Ristorante Christian&Manuel di Vercelli. I rimanenti ad arrivare a 20 saranno presto annunciati, ma fanno parte delle novità della settimana edizione di Taste. La parte enologica di Taste sarà ancora affidata a Trimani, che dal 1821 svolgono l’attività di vinai a Roma. Sarà compito loro suggerire il giusto abbinamento con i piatti icona, la carta dei vini pensata per l’evento sarà composta da circa 50 etichette.

Per festeggiare il settimo compleanno cambiano gli orari e ci sarà una speciale apertura notturna il 19 maggio: dalle 23.30 ingresso libero con dj set sino alle 2 di notte. In ogni caso la formula dei ducati rimane invariata. Si potrà accedere a 3 portate in formato degustazione, realizzate da ogni ristorante, con prezzi variabili tra i 5 e i 7 ducati. Viene anche confermata la quarta portata, che in questa edizione rappresenterà l’icona di ogni chef, al costo fisso di 10 ducati. La Card Ducati per pagare sarà consegnata all’ingresso e potrà essere facilmente caricata, a ogni ducato corrisponde un euro. Torna quest’anno il biglietto d’ingresso, già in prevendita sul sito della manifestazione o sui canali Ticketone, ma potrà anche essere comperato direttamente alle casse durante l’evento. Il biglietto costa 16 euro e sono previste riduzioni per i più piccoli, naturalmente le consumazioni sono escluse.

Le novità non sono finite. Gli sponsor della manifestazione stanno creando tutta una serie di eventi nell’evento per far vivere una esperienza sempre più completa ai partecipanti. Ci saranno lezioni di cucina, incontri dedicati al mondo del caffè e degli impasti, degustazioni di vini, assaggi di pizze gourmet e molto altro ancora, compresa una Vip Launge per giocare a fare la star sul tappeto rosso.