Tutto pronto a Bologna per la la 28esima edizione di Sana, la più grande manifestazione fieristica dedicata al biologico in Italia

Non solo prodotti vegetali: ma anche pasta, vino, carne, gelati. Sembra inarrestabile il trend di crescita del bio In Italia. E la 28esima edizione di Sana, la manifestazione di riferimento in Italia per i settori del biologico e del naturale, in programma dal 9 al 12 settembre 2016 nel Quartiere fieristico di Bologna, sono una conferma. Circa 800 espositori, 50.000 mq di rassegna espositiva, una superficie in crescita del 30 per cento, e la convinzione di potere superare i 45.000 visitatori dello scorso anno (atteso Andrea Olivero, viceministro delle Politiche agricole, con delega al biologico).

In Italia il biologico non è più solo una moda

Grande spazio sarà dedicato ai temi e ai prodotti dell’alimentazione biologica che, con la Cura del corpo naturale e bio, e Green Lifestyle, costituisce i tre macro-settori di Sana. Cibi freschi e confezionati, tecnologie e attrezzature per il comparto food, integratori naturali, piante officinali. Uno spazio ad hoc, Sana Novità, dove trovare un ampio spaccato delle innovazioni di prodotto segnalate dagli espositori. L’area Shop, dove poter acquistare un’ampia selezione di prodotti biologici e naturali. Il calendario degli eventi prevede, con Sana Academy, incontri dedicati alla dieta mediterranea, alla biodisponibilità degli integratori e molto altro. Per i vegan, sempre all’interno della manifestazione, torna la nuova edizione del VeganFest che ospiterà anche incontri, conferenze e showcooking. Una novità sarà l’Area Gelato VeganOK, con esibizioni di maestri gelatieri e pasticceri, degustazioni gratuite, dimostrazioni e conferenze formative.

«I dati dell’Osservatorio Sana curato da Nomisma – spiega il direttore generale di BolognaFiere, Antonio Bruzzone – dimostrano il grande successo del bio: sono più di 13 milioni gli italiani che consumano prodotti bio almeno una volta alla settimana, e il dato che più sorprende è il numero di famiglie acquirenti, che ha raggiunto oltre 19 milioni. Anche i dati Nielsen dei primi cinque mesi del 2016 lo confermano: nella grande distribuzione le vendite di prodotti bio crescono del 20 per cento».

Il biologico e il naturale diventeranno protagonisti anche per le vie, negozi e ristoranti di Bologna. Sana City, in programma dal 9 al 18 settembre e organizzato in collaborazione con Eco-Bio Confesercenti, si articolerà su percorsi enogastronomici a chilometro zero nei tanti locali aderenti dove degustare menù a tema.

Il settore bio, nato negli anni ’70 grazie alle idee di un precursore come Gino Girolomoni vale oggi in Italia circa 4 miliardi, in un mercato mondiale stimato in 60 miliardi. È ormai una delle eccellenze del nostro Paese, che è leader in Europa nel settore e tra i primi a livello internazionale per esportazione. Gli operatori sono 55mila, per una superficie coltivata pari a 1,3 milioni di ettari (un ettaro su dieci è bio), di cui circa due terzi dislocata al Sud. Il comparto si avvale del nuovo Piano strategico nazionale, approvato recentemente, che prevede una serie di obiettivi mirati da raggiungere entro il 2020 attraverso azioni specifiche.