Molti italiani hanno scelto e riservato un tavolo attraverso una prenotazione online, una boccata d’ossigeno per la ristorazione nei mesi estivi

Con settembre si può incominciare a tirare le prime somme dell’estate appena trascorsa. I mesi estivi del 2016 per la ristorazione sono stati positivi, infatti, secondo un’analisi di Coldiretti circa un terzo del budget di chi era in vacanza in Italia è stato speso per mangiare fuori casa o per comperare prodotti enogastronomici.

Tradizionale e cucina mediterranea, l’identikit del ristorante preferito

Quest’anno, molto più di prima, ha preso piede la prenotazione on line dei ristoranti, come mostrano i numeri di Thefork, la piattaforma per riservare un tavolo di Tripadvisor, che ha fatto registrare un aumento del 200 per cento delle prenotazione a luglio e agosto in Italia tra i suoi affiliati. Da questi dati è anche emerso che la spesa media è passata da 28 a 25 euro a testa e che il 90 per cento delle prenotazioni ha riguardato la cena.

«Come per il turismo – ha spiegato Almir Ambeskovic, country manager Thefork Italy – la prenotazione via desktop e mobile sta diventando un’abitudine dei consumatori anche nell’ambito della ristorazione. Specialmente durante le vacanze, gli utenti cercano le informazioni su dove mangiare fuori online. Gli utenti italiani sono inoltre tra i più mobile-friendly. Secondo lo studio TripBarometer Connected Traveler del 2015, infatti, l’Italia è il secondo Paese europeo quando si considera la percentuale di viaggiatori connessi (49 per cento) e quasi tre quarti di questi (72 per cento) utilizzano il proprio smartphone per cercare i ristoranti in vacanza».

In particolare gli utenti di Thefork hanno prenotato molti locali nelle principali città: Milano, Roma, Torino, Firenze e Bologna, luoghi dove è molto alta l’offerta. Tra le località turistiche sono state apprezzate in particolare Siracusa, Sorrento e Palau. Sul fronte del tipo di cucina proposta quella mediterranea è stata la preferita, seguita da quella toscana e da quella di pesce.

«Locali sulla cresta dell’onda con un boom di prenotazioni, soprattutto online – ha commentato Sonia Re, direttore generale Apci - Associazione professionale cuochi italiani – l’estate 2016 si è rivelata una ventata di positività per il settore della ristorazione italiana, quella fatta di professionalità e passione. Tante le opzioni offerte, dai ristoranti stellati alle trattorie a gestione famigliare fino ad arrivare ad agriturismi e pizzerie. Non possiamo che essere soddisfatti di questo bimestre, i consumatori si sono rivelati amanti della cucina mediterranea ma anche attenti alle cucine tipiche del territorio».

I ristoranti più prenotati sulla piattaforma Thefork tra luglio e agosto 2016 sono stati: A Pazziella (Milano), Pavarotti (Milano), Antica Bruschetteria Pautasso (Torino), Pizza e Ciccia (Roma) e Pensavo Peggio (Roma). Per quanto riguarda l’atmosfera vince ancora la tradizione sui locali di moda.