Apre a Milano il terzo locale Quore Italiano, dove è possibile assaporare piatti creati con ingredienti selezionati tra il meglio del made in Italy

Non c’è tre senza quattro, si può così modificare un famoso detto in attesa dell’inaugurazione del quarto locale firmato Quore Italiano. Il terzo aprirà le porte il prossimo 26 marzo a Milano, in piazza Oberdan, del nuovo ristorante, realizzato sempre seguendo la filosofia che ha da sempre caratterizzato il gruppo. Il quarto nel corso del 2017, sempre a Milano.

Obiettivo dei fondatori è esportare anche all’estero questi locali

Il nuovo locale, con 85 coperti, è caratterizzato da una cucina a vista che permetterà a tutti i clienti di vedere i cuochi all’opera. Potranno così osservare come viene trasformata la materia prima, selezionata tra il meglio che il made in Italy fornisce. Perché la filosofia di Quore Italiano è quella di usare solo prodotti di alta qualità: dalla farina di Altamura e una selezione di salumi, dai vini sino al caffè proveniente dal presidio Slow Food Etigua.

Quore Italiano nasce da un’idea degli imprenditori parmensi Giuseppe Beani e Marcello Rizza che hanno voluto dare vita a una serie di locali con l’obiettivo di servire prodotti freschi di qualità e materie prime di stagione. Naturalmente in un ambiente curato e arredato con attenzione. Il primo locale è sorto nel 2013 a Parma, in via Mazzini, per poi approdare a Milano nel 2016 con il primo in Piazza Liberty e il secondo, che aprirà il 26 marzo, in piazza Oberdan. Nel 2017 è prevista l’apertura del quarto, il terzo nella capitale lombarda, in corso Vittorio Emanuele, vicino al Duomo.

«La filosofia che accomuna i nostri locali – spiega Giuseppe Beani – è l’orientamento al cliente e la passione per la qualità della materie prime, prodotti che esaltano i sapori italiani, perché è qui, nel nostro Paese, che abbiamo la cucina migliore del mondo».

In questi locali i clienti possono anche personalizzare il proprio menu, per esempio è possibile creare un piatto di pasta scegliendo il formato e il condimento da abbinare. La cucina di Quore, inoltre, presta attenzione al mondo delle intolleranze e delle allergie con una diversi piatti senza glutine e senza lattosio.

Nei progetti di Beani e Rizza c’è una costante espansione, non solo in Italia, ma anche in Europa. «Nel nostro lavoro – ha concluso Beani – c’è passione, dedizione, cura del dettaglio e tradizione in modo da selezionare gli ingredienti più artigianali e naturali per i nostri clienti. Puntiamo a essere un brand di riferimento degli amanti del cibo italiano e di qualità, e attraverso il nostro sviluppo nelle principali capitali del mondo, così che anche all’estero sia possibile assaporare i prodotti più buoni e autentici della nostra terra».