Appuntamento il 25 luglio a Parma con la Notte dei Maestri del Lievito Madre, 26 grandi pasticceri promuovono il libero consumo tutto l’anno del panettone

Togliere al panettone l’etichetta di dolce natalizio e farlo diventare dolce di tutto l’anno. È questa la missione della seconda edizione della Notte dei Maestri del Lievito Madre, che vedrà la libera degustazione della specialità meneghina nata alla corte di Ludovico il Moro (il «pan del Toni» secondo una delle leggende), preparato con lievito madre da grandi maestri pasticceri del nostro Paese. La kermesse si svolgerà il 25 luglio a Parma, la food valley italiana, non a caso proclamata dall’Unesco «Città creativa per la gastronomia» in Italia.

Il panettone da dolce natalizio sta diventando un dolce per tutte le stagioni

Una provocazione, una follia? Mica tanto. Basti dire che in Rete si parla di panettone 500 volte al giorno e la metà delle citazioni arrivano dall’estero, dove è possibile trovarlo tutto l’anno, tanto che a New York è presente al Summer Fancy Food. A Milano, inoltre, lo stanno proponendo in formato monoporzione da mangiare con il gelato.

L’appuntamento è in piazza Garibaldi, a partire dalle ore 20.30, per una serata di assaggi d’autore (ci saranno anche degustazioni di gelati). Sono 26 i Maestri del Lievito Madre per la lunga notte dedicata alla lievitazione. Tra questi, Claudio Gatti della pasticceria Tabiano, a Tabiano Terme di Salsomaggiore, anima dell’iniziativa, Salvatore De Riso, Alfonso Pepe, Attilio Servi, Paolo Sacchetti, Roberto Cantalacqua, Achille Zoia, Gino Fabbri.

A presentare la kermesse ci sarà Davide Paolini, da tempo impegnato nella promozione della destagionalizzazione del panettone, che ha scelto l’appuntamento come tappa del suo tour Panettone d’estate by gastronauta.

Per quanto riguarda gli abbinamenti, un’idea originale, che si sta affermando, è con il Vermouth, come lo storico Vermouth Cocchi, le cui note di cacao e arancio amaro, con lievi sentori balsamici, ben si amalgamano con il panettone.