Dal 12 al 18 settembre ci sarà la Milano Beer Week con degustazioni in venti locali selezionati, abbinamenti golosi e curiosi, incontri tra libri e arte

Amanti della birra preparatevi: è in arrivo la settimana milanese con più schiuma dell’anno. Dal 12 al 18 settembre apre i battenti Milano Beer Week, giunta alla terza edizione, una manifestazione che intende promuovere le birre d’autore attraverso un circuito di locali selezionati.

Niente fiere sarà una settimana speciale in giro per locali selezionati

Non aspettatevi una fiera o roba simile: Milano Beer Week, patrocinata da Assobirra, è un evento unico in Italia. È il primo esempio nel nostro Paese di evento dedicato alla birra che non si svolge in un’unica location bensì è “diffuso” tra i migliori locali di Milano, dove la birra è amata e rispettata.

«La Milano Beer Week – ci tiene a precisare l’ideatore dell’evento, Maurizio Maestrelli, giornalista che da vent’anni lavora nel settore della birra – non è pensata solo per gli esperti o per i super-appassionati, anche se, ovviamente, molti appuntamenti sono sicuramente rivolti a loro in prima battuta; tuttavia noi vorremmo che la gente si avvicinasse alla birra senza per forza sentirsi in dovere di conoscere tutto sulla produzione, sui luppoli o sui diversi stili birrari. Milano Beer Week – ha aggiunto – non ha mai voluto essere un evento dedicato esclusivamente alle birre artigianali bensì un evento dedicato alle “birre d’autore”. La birra artigianale è sicuramente sotto i riflettori e vive un momento di grande splendore ma non si deve correre il rischio di confondere “artigianale” con “buono”».

I locali selezionati sono circa una ventina, pub, brewpub, ristoranti, beershop. Il calendario degli eventi, in costante aggiornamento, è molto ampio e ce ne è per tutti i gusti. Le serate sono eterogenee, prevedono abbinamenti golosi con piatti di varie cucine, da quella norvegese a quella belga, menù creativi e street food di mare. E poi incontri con i mastri birrai, contesti anche insoliti, tra libri e arte.

La Brasserie Bruxelles (mercoledì 14) proporrà un viaggio nella storia di Chimay (con Alessandro Bonin, ambasciatore di Chimay), una delle più note birre trappiste, citata in una canzone di Vinicio Capossela. Per tutta la sera le Chimay saranno disponibili alla spina e in abbinamento con mini-burger. Le Vent du Nord, ristorante belga di Milano, offrirà (13 settembre) quattro piatti della tradizione abbinati con birre John Martin’s, uno dei più rinomati gruppi birrari del Belgio, in compagnia del birraio belga Edward Martin, pronto a soddisfare ogni curiosità. L’autentico salmone norvegese in diverse versioni, accompagnato dalla birra norvegese del birrificio Mack, e i consigli di viaggio a cura di Visit Norway per organizzare un weekend a Oslo e dintorni, è l’evento della Pazzeria di giovedì 15. Per chi apprezza la birra ceca, il luogo d’origine delle pilsner destinate a diventare le birre più diffuse nel mondo, l’appuntamento è allo Sloan Square (sabato 17) con la Malastrana Kings Night, che offre anche la possibilità di vincere un viaggio per due persone nella magica Praga.

Per chi ama i richiami letterari, da non perdere è la serata di lunedì 12 settembre, da Baladin Milano, in via Solferino, dedicata alla Thomas Hardy’s Ale, l’ottocentesca strong beer di Dorchester, un barley wine, omaggio all’omonimo scrittore inglese che l’ha narrata nel romanzo The Trumpet Major. Thomas Hardy’s Ale è stata recentemente acquisita dall’azienda italiana Interbrau e sarà l’occasione per valutare il suo ritorno sulla scena. Sofisticata la proposta del ristorante La Pobbia (sabato 17): una degustazione guidata della Thomas Hardy’s Ale abbinata con un selezionato Sigaro Toscano selezionato dal Club Amici del Toscano e un Dolce Maison creato in esclusiva per l’evento dallo chef del ristorante. I lettori-bevitori si segnino l’appuntamento di domenica 18: Milano in Bionda, la manifestazione, ideata dallo scrittore Paolo Roversi, giunta alla nona edizione, all’interno della Milano Beer Week. Più di venti scrittori presenteranno i propri libri, in pochi minuti, sul palco del locale Impronta Birraia e con una birra in mano. E insieme si brinda.

Tra gli altri appuntamenti, la Serata delle Lager al Birrificio La Ribalta (giovedì 15), con ospite Simonmattia Riva, campione del mondo 2015 dei biersommelier. Lo Sloan Square presenta nel corso della settimana una rassegna delle migliori birre Usa, la nazione che ha dato il via al fenomeno mondiale della birra artigianale. Per gli amanti dell’arte, il Beer Gallery offre degustazioni di birre artigianali in un contesto ad hoc.

La storia del Woodstock, il primo birrificio di Milano, inaugurato nel 1969, si intreccerà, invece, con la storia della birra degli ultimi decenni (giovedì 15) in un racconto che partirà dagli Anni Settanta, caratterizzato dal dominio tedesco, e a seguire gli Anni Ottanta, segnato dall’arrivo delle belghe, gli Anni Novanta, simboleggiato dall’avvento delle artigianali italiane, e gli Anni Duemila, con il ritorno del luppolo. A condurre la serata, tra brindisi e ricordi, ci saranno Fabio D’Alterio, titolare dello storico locale, e l’ideatore della manifestazione, Maurizio Maestrelli.