Cromatismo e leggerezza, selezionati prodotti di stagione sono alla base del menù di primavera dello chef Massimo Livan dell'Antinoo's Lounge & Restaurant dell’hotel cinque stelle lusso Centurion Palace, incantevole dimora di charme affacciata sul Canal Grande

Secondo Gabriele D’Annunzio l’anima di Venezia è autunnale. Ma la luce e i colori della primavera esaltano quella che è una delle città più belle al mondo. Specie se la si contempla da una romantica terrazza di un tempio del gusto situato in un palazzo dall’architettura neogotica veneziana, Palazzo Genovese, che si affaccia su un museo a cielo aperto come il Canal Grande. Stiamo parlando dell'elegante Antinoo's Lounge & Restaurant (Tre forchette Michelin) del Centurion Palace Hotel, cinque stelle lusso (catena Sina Fine Italian Hotels), sestiere di Dorsoduro, a due passi dalla Peggy Guggenheim Collection. L’arte da queste parti si respira. L’executive chef è, infatti, Massimo Livan, un artista. Le sue creazioni stupiscono per leggerezza e gusto cromatico (da veneziano doc sente l’attrazione per il colore, come tutta la pittura veneta). Come le proposte del nuovo menu di primavera, un tripudio di tinte e nuance, che si contraddistinguono per innovazione, ricerca, creatività e l’utilizzo di selezionati prodotti di stagione. E attendono solo di essere degustate.

Come una sinfonia di Vivaldi, il primo movimento potrebbe essere una Purezza di asparagi e carote con uovo poché e tartufo di stagione (34 euro). Si tratta di un antipasto a base di terra di pane, carote baby, asparagi, uovo in camicia e tartufo di stagione. Carote e asparagi vengono cotti con una particolare tecnica che permette di mantenere inalterata la purezza dei profumi e dei sapori, amplificandoli: le verdure vengono prima sottoposte a un processo di estrazione attraverso centrifuga, successivamente vengono cotte a bassa temperatura e sottovuoto, e infine rigenerate.

Fantasia, tecnica e scelta delle materie prime, così ogni piatto diventa un'opera d'arte all'Antinoo's Lounge & Restaurant

Secondo movimento, suggeriamo il Risotto Vialone Nano all’ortica con fragoline di bosco e foie gras (29 euro). «Questo piatto è un’esplosione di colori, proprio come la stagione del risveglio, dove la natura sembra rinascere dopo il lungo inverno», sottolinea Massimo Livan. L’ortica è un ortaggio che si raccoglie in primavera, ha ottime proprietà depurative ed è ricca di vitamina C; le fragoline di bosco raggiungono la maturazione perfetta proprio durante i mesi più miti e in quanto a gusto sono eccezionali.

Come terzo movimento, la scelta dovrebbe premiare il Morbidoso di branzino dell’Adriatico con crema di carote allo zenzero e petali di sedano (36 euro), un vero capolavoro. Domina la stessa briosa leggiadria che trasmette una commedia goldoniana. «Si tratta di un secondo piatto leggero, com'è leggera la primavera – fa notare lo chef Livan – Il branzino, infatti, viene presentato con due diverse consistenze, ovvero due diverse cotture, perché viene cucinato sia il trancio che la polpa. Lo zenzero è poi una spezia dalle numerose proprietà benefiche per la salute: è infatti depurativo e antiossidante».

Gustare queste creazioni d’autore, magari in buona compagnia, guardando il riflesso della luce sulle acque del Canal Grande; o di sera, con le candele dell'Antinoo’s Lounge & Restaurant che brillano come stelle. Certe magiche atmosfere potrebbero incantare anche un innamorato di Venezia come Woody Allen. Ma se si preferisce pranzare o cenare rimanendo negli ambienti interni, il moderno e raffinato design appaga il più esigente esteta grazie all’elegante White Room, dal design total white, o alla Red Room, caratterizzata dalle calde tonalità del rosso e dall’originale divano color porpora. L’arte, in fondo, qui è di casa.