I visitatori del Salone dell’Auto di Torino potranno gustare Ortofritto, il fritto misto piemontese di verdure fatto dalla chef Mariangela Susigan

Torino si appresta a ospitare la terza edizione del Salone dell’Auto che animerà il Parco Valentino dal prossimo 7 giugno sino all’11 giugno. Per gli appassionati delle quattroruote, oltre a poter vedere da vicino le macchine dei propri sogni, ci sarà anche la possibilità di assaporare un piatto tipico della gastronomia piemontese: un fritto misto inversione cibo da strada, firmato dalla chef stellata Mariangela Susigan del Ristorante Gardenia di Caluso (To).

Motori e fritto misto piemontese di verdure della chef Susigan per un Salone dell’auto a tutto gusto

Dall’8 giugno, per tutta la durata del Salone, i visitatori potranno gustare l’Ortofritto, così chiamato da Susigan questa sua versione di streetfood. Nota per la passione per le erbe spontanea della Valchiusella (Presidio Slow Food), la chef porterà tutta la sua brigata ai piedi del Castello del Valentino per preparare questo sfizioso fritto gourmet dentro il tradizionale cartoccio.

Rispetto al fritto misto piemontese, quello classico, in questa versione manca tutta la parte legata alla carne: niente cervello, animelle, fegato, bistecche di vitello, salsiccia e polpette. La chef stellata proporrà una sua versione, interamente vegetariana e con il suo tocco personale. Spazio dunque a verdure pastellate, foglie di borragine, verdure del suo orto, mele e l’immancabile amaretto, uno degli elementi caratterizzanti il fritto misto.

Questo cartoccio è l’ideale per concedersi una pausa golosa, la maestria della chef di Caluso nel bilanciamento dei sapori, nell’uso delle erbe e delle verdure, e nella scelta delle materie prime lo rendono un appuntamento obbligatorio per tutti gli amanti della buona cucina, oltre che delle supercar che faranno bella mostra a Torino al prossimo Salone dell’Auto.