Morgan Pasqual arricchisce la sua Giardiniera con una linea a base uova di quaglia. Un antipasto o un stuzzicante aperitivo diverso dal solito

Nata per gioco è diventata un prodotto ricercato tra i gourmet italiani. Stiamo parlando della Giardiniera di Morgan, creata nel 2005  nel ristorante 5 Sensi a Malo (Vicenza) per accompagnare un piatto a base di maialino, ma che nel giro di pochi anni è diventato una prodotto a sé stante,sempre più ricercato dai buongustai, sopravvivendo anche alla chiusura del locare. Adesso la Giardiniera di Morgan si amplia con una linea di uova di quaglia in agrodolce.

La Giardiniera di Morgan è prodotta artigianalmente con verdure di stagione

La fantasia di Morgan Pasqual, il creatore della giardiniera, ha partorito questa novità: uova di quaglia sode accompagnate da croccanti verdure di stagione , funghi o pesce, ma anche da sole, in purezza, tutto però rigorosamente in agrodolce.

«Ascoltando nuove storie – spiega Morgan Pasqual – nascono continue intuizioni gastronomiche. La nostra novità parte da un elemento semplice: l'uovo. Ma non un uovo qualunque. L’uovo di quaglia perfetto nel suo equilibrio nutrizionale e nella forma così piccola che già di per sé è arte. Un prodotto che migliora ancora di più se abbinato alle croccantezze dell'orto o alle spezie giuste».

Queste uova si possono trovare abbinate con i funghi pioppini, gli asparagi bianchi, la salicornia, con pomodorini e olive taggiasce, con il carpione di verdure e semi di finocchieto. Gli Ovetti di Quaglia di Morgan sono adatti a essere serviti come antipasto o come aperitivo. Anche per questa produzione Morgan Pasqual è partner dell’Organizzazione Produttori Ortofrutticoli Veneto. Grazie a questa partnership le verdure selezionate sono quelle di stagione e coltivate in modo sostenibile.

Tutta la preparazione viene fatta a mano, senza usare alcun additivo chimico, solo sale marino integrale di Cervia. Le uova di quaglia di Morgan sono venduti in vasetti da 212 ml e si possono trovare in negozi specializzati come gastronomie, macellerie, salumerie e, anche, in enoteche (l’elenco è sul sito) o possono essere ordinati direttamente all’azienda.