Gianmarco Tognazzi porta i vini La Tognazza dal cuore del Centro Italia a Milano, nomi evocativi legati al mondo dei film del padre Ugo

Presentati nella bella cornice di Terrazza12, al decimo piano del The Brian&Barry Building a Milano, i nuovi vini firmati dalla cantina La Tognazza. Si tratta di Tapioco, ComeSeFosse e Antani, etichette e nomi che rievocano subito, quegli “Amici miei” che accomunano, ancora oggi, diverse generazioni. Vini fuori dagli schemi. Mondi differenti, racconti scritti con le note leggere del lounge, l’eleganza del blues e la forza del rock. Queste le caratteristiche dei vini firmati La Tognazza, azienda di Gianmarco Tognazzi a Velletri (Rm), che porta avanti la filosofia e lo stile di vita alternativo del padre Ugo, grande appassionato di vino, di cucina e della campagna.

Quello de La Tognazza è un mondo fatto di vino e altre specialità

I vini nuovi arrivati sono, rispettivamente: un bianco, il Tapioco, blend di Bellone e Chardonnay e due rossi, il ComeSeFosse (Merlot, Sangiovese e Montepulciano) e l’Antani (Syrah e Cabernet Franc). A questi si aggiunge, poi, il 69, un altro bianco, un IGT Umbria (Chardonnay, Grechetto e Malvasia). Tutti, per l’occasione, sono stati abbinati a una diverse ricette gourmet in versione finger food, pensate e create appositamente dallo chef Matteo Torretta proprio per l’occasione.

«Questi vini sono la sintesi della nostra filosofia. Abbiamo messo la supercazzola in bottiglia e dietro ogni etichetta c’è una storia importante da raccontare, fatta di lavoro, di profumi, terroir e non solo, anche tanto gioco, aneddoti e grande divertimento. Ci piace essere originali e alternativi, vogliamo essere differenti in questo mondo classicheggiante del vino. Noi ci sentiamo Rock. Se assaggiate Tapioco, ComeSeFosse e Antani, capirete anche perché». Questo il pensiero di Gianmarco Tognazzi, che ha presentato insieme al socio Alessandro Capria, i vini della sua azienda. «E poi c’è anche il 69, il nostro bianco elegante che fa parte della linea “La Tenuta” - aggiunge Gianmarco - un vino che non ti aspetti e che è il nostro orgoglio».