Il Dodici Gatti è la pizzeria che si affaccia sui tetti della Galleria Vittorio Emanuele II, è un locale gattofilo che difende una colonia di dodici mici

Venerati dagli antichi egizi, i gatti hanno esercitato sempre un grande fascino. Croce e delizia per il carattere indipendente, sornione e misterioso. Ne sa qualcosa il milanese Giovanni Raiberti, scrittore bizzarro e arguto, medico all'ospedale Ca' Granda di Milano e convinto liberale, che nel 1845 dedicò niente meno che un saggio al felino: «Sul gatto, cenni fisiologici e morali».

Panorama mozzafiato e ricette gourmet per una pizza diversa

Tra i gattofili illustri di Milano si annovera anche una pizzeria, I Dodici Gatti, il primo ristorante e pizzeria sui tetti della Galleria Vittorio Emanuele II. Una location insolita, ma anche molto bella visto che gli ospiti possono godere della terrazza esterna che si affaccia sull’intera Galleria, offrendo una vista unica e impareggiabile dello skyline di Milano.

Il nome rende omaggio a una colonia di dodici mici tutti neri che girovaga sui tetti della Galleria (c’è anche una gatta incinta). E che il locale, con il Comune di Milano e altre associazioni per la tutela degli animali, difende con grande entusiasmo, contribuendo al loro mantenimento e lasciandoli in libertà.

Ai Dodici Gatti il divertimento è di casa. L’ultima idea sfornata è un omaggio alla festa di Halloween con una pizza alla zucca. Su richiesta, da oggi (20 ottobre), si può gustare una deliziosa pizza con zucca mantovana al forno, fiordilatte pugliese, pecorino, guanciale, semi di zucca tostati, pesto di prezzemolo e olio extravergine di oliva.

«La pizza con la zucca è un gioco calibrato tra dolcezze (zucca, fiordilatte) e sapidità (pecorino, guanciale) unite a diverse consistenze (morbido e croccante) – spiega il pizzaiolo Daniele Falcone, 37 anni, cresciuto nelle migliori pizzerie napoletane e arrivato nel locale sin dall’apertura del locale, nel maggio 2015, in concomitanza con l’Expo – Le nostre pizze, cotte nel forno a legna, sono ispirate alla tipologia napoletana, con bordo alto. Le rendiamo però più digeribili usando una miscela semintegrale di farine delle Langhe (e non le classiche raffinate doppio zero – ndr), oltre che macinate a pietra e biologiche. Usiamo i migliori prodotti: Pomodorini del Piennolo del Vesuvio Dop, gialli o rossi, e San Marzano Dop, diversi tipi di fiordilatte, da quello di Agerola a quello pugliese: basta che sia di qualità. Il segreto per fare una pizza di qualità? Sta soprattutto nella lievitazione e maturazione. Le nostre lievitano da 48 a 72 ore».

In carta c’è un vasto assortimento di gustose pizze, rosse o bianche, da quelle tradizionali alle più innovative: la gamma ne comprende una ventina. Gli ingredienti sono accuratamente selezionati: Mozzarella di Bufala campana Dop, acciughe del Cantabrico, olive taggiasche, colatura di alici di Cetara, Prosciutto di Parma Dop, Culatello di Zibello, Lardo di Colonnata. L’olio è solo extravergine di oliva.

Il menù presenta anche un assortimento di carne alla griglia e varie opzioni di pasta fresca fatta in casa e gustosi taglieri (Lardo di Arnad, Coppa Piacentina, Salame di Felino). Oltre a vini e birre di buona qualità, si trovano anche le birre artigianali Baladin, uno dei più apprezzati birrifici d’Italia (la birra Nora, con grano khorasan Kamut, e speziata con mirra e zenzero, è stata argomento di «tesi di laurea» del campione del mondo dei biersommelier, Simonmattia Riva).

I Dodici Gatti Grill & Pizza fa parte della catena TownHouse Hotels del Gruppo guidato da Alessandro Rosso e che comprende diversi locali, tra cui il ristorante Pavarotti, Altezza Duomo, Felix Lo Basso restaurant, la storica pasticceria Taveggia (dal 1909), l’elegante Ottagono Oyster Bar. Alla pizzeria si accede da Galleria Vittorio Emanuele II al numero 11/12 (angolo Piazza della Scala). Per tutto il mese di ottobre (prorogabile) è disponibile il vantaggioso menù da 15 euro pizza più bibita.