Il pasticcere, campione del mondo, Davide Comaschi nella cornice del prossimo Salon du Chocolat presenta un cioccolatino speciale per sostenere la Lilt

Il mondo dell'alta pasticceria e cioccolateria si mobilita a favore della vita, in tutte le sue forme ed eccezioni. Ecco quindi che, in occasione dell'edizione 2017 del Salon du Chocolat, in programma a Milano dal 9 al 12 febbraio, viene lanciata la collaborazione con la Lilt (Lega italiana per la lotta contro i tumori). Una collaborazione che si concretizza con uno speciale cioccolatino, in edizione limitata, anzi limitatissima, che verrà posto in vendita esclusivamente nei giorni della manifestazione – immediatamente prima di S.Valentino, 9-12 febbraio, nei saloni di MiCo – con il ricavato a favore di Lilt Milano.

Attraverso un piccolo gesto, come mangiare un cioccolatino, si può aiutare la ricerca

L'iniziativa può contare sull'apporto di uno dei migliori pasticceri al mondo, Davide Comaschi, che sta lavorando al progetto in collaborazione con l’architetto e designer Annalisa Gallo.

«Partendo dall'idea del cuore, abbiamo voluto fondere insieme la figura simbolica con la figura anatomica», ha spiegato Comaschi durante la presentazione del primo bozzetto reale del cioccolatino, avvenuta negli eleganti saloni del Grand Hotel et de Milan, partner del Salon du Chocolat per la manifestazione e per l'iniziativa benefica.

«Il cuore è un organo complesso, dal punto di vista anatomico – ha aggiunto Gallo – e abbiamo voluto riprodurre questa complessità, come forma e come elementi che compongono il cioccolatino».

Ecco, i componenti. Come ci si poteva aspettare, dato il livello professionale di chi sta lavorando a quella che si può a buon titolo definire opera d'arte, tutti gli ingredienti saranno della massima qualità. Non solo, ma «in nome e per rispettare il concetto di salute, a cui l'iniziativa è legata, ho scelto di lavorare con un cioccolato al 70 per cento monorigine». Ovvero, non sottoposto a lavorazioni, a combinazioni con altre varietà di cacao, che ne snaturano il carattere originario. Il cacao scelto viene da Sao Tomé, isola al largo delle coste africane, che il pasticcere ha definito essere «il vero e proprio centro del pianeta, data la sua posizione lungo la linea dell’Equatore». Soprattutto, Sao Tomé è il paese di origine di uno dei migliori cacao al mondo, forse il migliore in assoluto. E sarà questo cacao a formare la base del cioccolatino dedicato all'amore e alla vita.

La forma scelta è quella del triangolo. «Tre, come tre sono anche gli elementi costituenti l'organo anatomico: parte destra (atrio e ventricolo); parte sinistra (atrio e ventricolo) e sistema di arterie, quelle che garantiscono la circolazione del sangue e della vita», ha detto Comaschi.

Sempre in omaggio al concetto di salute, Comaschi e Gallo hanno scelto di abbinare il cacao di Sao Tomé con della frutta secca, ricca di omega 6 e vitamina E, frutti esotici, noti per il loro contenuto in vitamina E, e lamponi, ricchi di fibre e pieni di polifenoli.

L'edizione 2017 del Salon du Chocolat, insomma, si annuncia non solo l'apoteosi per i golosi e gli amanti del cioccolato, ma anche un inno all'amore e alla salute, con questo cioccolatino unico e speciale che andrà a spingere e sostenere la lotta contro i tumori.