Due giorni a Lazise, 6 e 7 marzo, per scoprire la nuova annata di Chiaretto, Bardolino e Lugana. Accompagnati dai cibi da strada di ispirazione locale

Il fascino del Lago di Garda farà da cornice all’Anteprima del Chiaretto, del Lugana e del Bardolino che si svolgerà il prossimo 6 e 7 marzo a Lazise, sulla sponda veneta. L’appuntamento è nella storica Dogana Veneta, di fronte al lago, dalle 10 alle 18, dove 90 produttori proporranno i propri vini.

Tre vini che raccontano il territorio attorno al lago

Nel dettaglio si potranno trovare 63 etichette di chiaretto, 64 d Lugana e 60 di Bardolino del 2015, che potranno essere confrontate con una 35 Lugana e 29 Bardolino del 2014 e altri vini tra Chiaretto spumante, Lugana spumante e bottiglie antecedenti al 2014. Un viaggio attraverso questo Doc per scoprire tutte le sfaccettature di questi tre vini che rivestono un ruolo importante nell’economia di questo territorio. Ogni anno vengono vendute circa 42 milioni di bottiglie, con una significativa quota sul mercato estero.

Per chi desiderasse una degustazione più veloce può salire sulla motonave Brennero, ormeggiata davanti alla Dogana, dove troverà i sommelier Ais che serviranno 6 assaggi, 2 per ogni categoria di vino, gratuitamente. Sarà possibile assaggiare solo la nuova annata, scegliendo tra “sole” 187 etichette. Tutto il lungolago di Lazise sarà, inoltre, trasformato in uno spazio dedicato alla gastronomia locale declinata in versione cibo da strada. Si potranno gustare: tortelli di zucca, raclette con formaggio Monte Veronese, cotechino con la pearà (una salsa storica veneta a base di pane, midollo, olio, brodo e pepe), polenta di Storo con formaggio di malga, baccalà con la polenta, sarde in saor, gnocchi di malga e trippa alla parmigiana. Ma anche la pizza sarà protagonista.

Una festa per tutto il palato, per dare il benvenuto a questi tre vini che stanno conoscendo una nuova giovinezza, in particolare il Chiaretto, la cui produzione è cresciuta da 4,5 a 10 milioni di bottiglie, e del Lugana, che ha quasi raddoppiato la produzione passando da 8 a 15 milioni di bottiglie.