Con L’inizio di Cantine Aperte in Vendemmia parte anche la raccolta fondi voluta dal Movimento Turismo del Vino a favore del Comune di Amatrice

Il movimento di solidarietà verso la popolazione colpita dal recente sisma continua. Nell’ultimo fine settimana, in alcune regioni, è iniziata Cantine Aperte in Vendemmia, la manifestazione targata Movimento Turismo del Vino che apre le porte delle cantine durante il periodo della vendemmia, e con esse anche una raccolta fondi a favore del Comune di Amatrice.

L’iniziativa di solidarietà durerà sino a maggio 2017

Parte del ricavato delle degustazione sarà girato a favore degli abitanti delle zone colpite dal terremoto, in particolare Amatrice. L’iniziativa non sarà confinata solo a Cantine Aperte in Vendemmia, ma proseguirà sino a maggio 2017, legandosi anche alle altre manifestazioni firmate dal Movimento Turismo del Vino, il cui presidente, Carlo Pietrasanta, incontrerà nelle prossime settimane il sindaco di Amatrice per meglio focalizzare gli aiuti e le iniziative.

«Come vignaioli vogliamo - ha detto Pietrasanta - dimostrare la nostra vicinanza. Viviamo la terra e siamo pronti a riceverne le gioie che ci offre, ma in certi momenti il dolore è talmente grande che possiamo solo dimostrare di essere tutti insieme».

Cantine Aperte in Vendemmia, non ha un calendario preciso, perché in ogni regione i tempi per questa operazione cambiano, ma per i partecipanti sarà l’occasione per vivere il momento della vendemmia, di respirarne l’atmosfera e la palpabile eccitazione assieme ai produttori. A questo iniziativa hanno aderito dodici regioni, il calendario preciso con le cantine aderenti è consultabile sul sito dell’associazione, dove si possono scoprire anche gli eventi correlati.

In particolare, scendendo da Nord verso Sud, le date generali sono queste: Piemonte (dal 3 settembre al 16 ottobre), Lombardia (11,18, 25 settembre e 2 ottobre), Veneto (dal 4 al 25 settembre), Trentino Alto Adige (dal 30 settembre al 2 ottobre), Toscana (dal 17 al 18 settembre), Abruzzo e Umbria (11 settembre), Campania (dal 10 settembre al 30 ottobre), Sardegna, Lazio e Puglia (25 settembre) e Sicilia (ottobre).

Sarà un momento di festa, ma con un pensiero anche a tutte quelle persone che hanno perso tutto nel giro di pochi attimi lo scorso 24 agosto e che possano trarre beneficio anche da questi piccoli gesti.