Il caffè bio di Lavazza è una miscela di varietà 60 per cento Arabica e 40 per cento Robusta, provenienti da zone montane e incontaminate del Centro America

Il consumo di caffè fuori casa è in grande crescita, come evidenza il rapporto Coop 2017: le caffetterie rientrano tra le abitudini consolidate, 13,5 milioni di italiani le frequentano quasi tutti i giorni e chiedono sempre maggiore qualità. Alla quarantesima edizione di Host, a Milano, Lavazza ha presentato Alteco Organic Premium Blend, la prima referenza bio di caffè della storica casa torinese, che viene incontro ai consumatori più esigenti.

Il caffè contiene 900 sostanze, di cui molte benefiche per le proprietà antiossidanti

Il nome è in lingua esperanto, quella promossa anche dall’Unesco per unire tutti i popoli, e significa «altura». Il blend, infatti, nasce da una selezione biologica di 60 per cento Arabica di montagna, proveniente dalle vette del centro America, e 40 per cento Robusta, coltivata in aree incontaminate. Una miscela, insomma, che vuole unire nel gusto geografie e culture lontane. L’espresso Alteco Organic Premium Blend, che abbiamo degustato a Host, è di grande eleganza: una cremosità vellutata con sentori di miele e frutta secca e finale di cioccolato e cacao amaro.

Oltre al marchio biologico, che dunque esclude l’utilizzo di sostanze chimiche, Alteco vanta anche il certificato Utz a garanzia di un caffè prodotto nel rispetto dei principi di sostenibilità ambientale dell’intera filiera, di cui c’è pieno controllo, dalla piantagione alla distribuzione: rotazione di raccolto, uso di sostanze organiche.

Il caffè è oggi sempre più apprezzato: è anche uno degli ingredienti più ricercati nel mondo mixology. Grande attenzione gli viene riservata anche nel campo della nutrizione, dove è oggetto di continue ricerche. Il caffè, infatti, contiene circa 900 sostanze, minerali importanti come il potassio. Molte delle sue componenti hanno interessanti effetti antiossidanti, come la caffeina; alcuni acidi riducono la risposta dell’insulina e hanno azione antitumorale. L’azione vasodilatante ne fa un utile rimedio contro il mal di testa. Ma è anche è un ottimo digestivo, grazie alla capacità di stimolare la secrezione acida dello stomaco. Di caffè non si deve esagerare il consumo, per non andare incontro a eccessiva eccitabilità: alcuni nutrizionisti consigliano fino a quattro tazzine al giorno, per sfruttarne le proprietà benefiche.

Lavazza, fondata a Torino nel 1895, è tra i principali torrefattori mondiali. Il Gruppo è presente in oltre 90 Paesi ed esporta oltre il 60 per cento della sua produzione. L’azienda è al sesto posto in Italia per reputazione secondo il Reputation Institute: dà lavoro a circa tremila persone e vanta un fatturato di 1,9 miliardi di euro. Recentemente ha inaugurato nel centro di Milano, in piazza San Fedele, il suo primo Flagship Store dove vivere l’esperienza del caffè a 360 gradi.