A Colonia si è svolta Anuga, una importante fiera agroalimentare, dove i prodotti made in Italy sono stati protagonisti, anche di azioni giudiziarie a tutela delle denominazioni italiane

Il made in Italy è stato protagonista ad Anuga, uno degli eventi dell’agroalimentare più importanti a livello internazionale. È stata l’occasione per presentare le eccellenze del nostro Paese a un pubblico qualificato. Sono intervenuti sia singoli produttori sia consorzi di tutele. Nell’area riservata al Consorzio Parla Alimentare, per esempio, era presente la Rizzoli Emanuelli che ha portato i suoi prodotti ittici, sia quelli destinati al pubblico sia quelli pensati per la ristorazione.

Sempre rimanendo in Emilia Romagna era presente anche il Prosciutto di Modena Dop, che ha nella Germania il primo mercato estero con circa 2500 prosciutti. Presente anche il Prosciutto Toscano Dop per promuove ulteriormente l’immagine di questo salume all’estero. Tra le eccellenze italiane presenti c’è anche il riso, in particolare la Riso Buono di Casalbeltrame (No) con il suo Carnaroli Gran Riserva (invecchiato un anno) e l’Artemide (riso integrale nero).

Due azioni giudiziarie hanno tutelato i prodotti italiani da imitazioni straniere

Presenti a Colonia i vini legati al progetto europeo “Wines from the south of Europe – Mediterranean Wines”, nato per la diffusione di un consumo responsabile e consapevole del vino. Ne fanno parte l’Enoteca Regionale dell’Emilia Romagna, la Camera di Commercio del vino della Trakia (Bulgaria) e il Consorzio Produttori della Grecia.

Dal vino all’aceto il passo è breve. L’Aceto Balsamico di Modena è anch’esso presente ad Anuga dove è stato protagonista di una azione a tutela del proprio marchio. Infatti, una realtà turca aveva esposto un Aceto Balzamico e nonostante la diffida questa realtà non rimuove il prodotto incriminato. Il Consorzio di Tutela si rivolge dunque all’autorità giudiziaria che immediatamente fa intervenire le forze dell’ordine tedesche per sequestrare e distruggere tutto l’Aceto Balzamico turco.

L’autorità tedesca è intervenuta a tutela anche del Parmigiano Reggiano sequestrando ben tre prodotti caseari che richiamavano in modo evocativo il Parmigiano Reggiano. È il formaggio più copiato al mondo si può trovare il Parmesao in Brasile, il Regianito in Argentina, l’ormai classico Parmesan diffuso in tutto il mondo. Negli Usa è disponibile anche un kit che promette di farlo in casa in soli 2 mesi!