Al via la 18ª edizione della Sagra dell’Anguilla a Comacchio (Fe), dal 23 settembre al 9 ottobre gastronomia, musica e folclore

Uno dei luoghi simbolo dell’anguilla è il mar dei Sargassi, è qui che nascono tutte le anguille del mondo, ma per l’Italia il Delta del Po rimane uno dei luoghi più famosi e unici nell’economia di questo pesce. Dal prossimo 23 settembre, sino al 9 ottobre, a Comacchio (Fe) si terrà la 18esima Sagra dell’Anguilla.

Alla scoperta del Delta del Po e dell’economia dell’Anguilla

Saranno tre fine settimana interamente dedicati alla scoperta di questo curioso pesce, che nasce nelle acque salate dell’oceano e cresce in quelle dolci dei fiumi. L’anguilla, da sempre presente nelle tavole degli italiani, a Comacchio sarà l’indiscussa protagonista è i partecipanti alla manifestazione potranno gustarla cucinata sia in modo tradizionale sia innovativo.

Il programma della Sagra è molto ricco. Affiancheranno gli immancabili stand gastronomici anche una serie di attività pensate per coinvolgere i visitatori, come la partecipazione a dimostrazioni di cattura dell’anguilla o delle escursioni in barca nel panorama fiabesco del Delta del Po. Inoltre, ci sarà uno spazio per la musica, il teatro e la letteratura. Sa segnalare l’incontro con lo chef Hiroshi Ogata, uno dei massimi esperti in Giappone nella cucina dell’anguilla.

Per godere appieno di tutto quello che offre la Sagra dell’Anguilla è possibile sfruttare i pacchetti che il Consorzio Visit Ferrara ha preparato per l’occasione. Tra questi si possono trovare soluzioni che abbracciano tutto il fine settimana, da una o due notti, con percorsi che prevedono, oltre alla partecipazione alla kermesse, visite ai musei presenti sul territorio e gite in barca nel Delta del Po.

Tra i luoghi da visitare c’è la Manifattura dei Marinati. Si tratta di un luogo dove è possibile scoprire tutto quello che era ed è la lavorazione dell’anguilla, un tempo cuore dell’economia e dell’artigianato della gente di Comacchio.