Il Gruppo Allegroitalia rafforza la sua posizione sul mercato alberghiero tricolore, entro il 2019 vuole gestire 30 strutture e punta sulle spa alcaline

Una delle caratteristiche dell’Italia è la parcellizzazione delle risorse produttive, ma non sempre piccolo è bello, soprattutto quando all’estero esistono realtà molto grandi che fanno delle economie di scala uno dei loro punti di forza. Il mondo degli alberghi non sfugge a questa logica e Allegroitalia è una mosca bianca in un panorama fatto di strutture familiari o di proprietà straniera. Oggi questa dinamica realtà torinese è uno dei pochi gruppi italiani che gestiscono alberghi e ha tagliato il traguardo delle 1000 camere (siamo intorno alle 1200).

Inaugurati tre nuovi alberghi in Sicilia, Pisa e Bologna

Allegroitalia è una società che gestisce gli alberghi in costante crescita, che in questo periodo di crisi, è riuscita a trovare la formula giusta per avere camere con un giusto rapporto qualità/prezzo che le ha permesso di espandersi in tutta Italia. Oggi sono 16 le strutture gestite, ma si vogliono raggiungere le 30 entro la fine del 2019. Un obbiettivo ambizioso, ma attentamente pianificato.

«Siamo molto felici - ha dichiarato Piergiorgio Mangialardi, presidente di Allegroitalia - di aver superato il traguardo delle 1000 camere. Il 2016 è stato per il nostro Gruppo un anno significativo e ricco di novità che a oggi ci permette di offrire 12 strutture, condotel e upscale hotels, con il brand Allegroitalia e 4 Espressohotel. Anche per il 2017 l’intenzione è quella di proseguire in questa costante crescita senza mai perdere di vista la nostra mission: proporre agli ospiti un soggiorno che va al di là del pernottamento, un’esperienza incentrata sui nostri valori: Allegria, Arte e Amore!».

Sono entrati a far parte della famiglia tre nuovi alberghi: l’Allegroitalia Siracusa Golf Monasteri e l’Allegroitalia Pisa Tower Plaza, entrambi 5 stelle, oltre all’Espressohotel Bologna Centrale. Quest’ultimo appartiene a quegli hotel del Gruppo dedicati ai viaggiatori business che hanno bisogno di un luogo con tutte le comodità ma al giusto prezzo. Si trova, infatti, a 200 metri dalla stazione centrale di Bologna, come quello di Milano è vicinissimo all’aeroporto di Linate o quello di Padova in pieno centro storico.

Il nuovo hotel di Pisa gode di una splendida vista sulla Torre, simbolo della città toscana, dispone di 121 camere, di una terrazza panoramica e di una piscina esterna e di una ampia zona relax. Gli amanti del golf potranno trovare nella nuova struttura in Sicilia un luogo d’elezione. L’Allegroitalia Siracusa Golf Monasteri è un ex convento benedettino trasformato in un resort dotato di un campo da golf da 18 buche, un centro benessere e 102 camere immerse nel verde, tra agrumi, ulivi secolari e palme.

Quest’ultima struttura sarà la seconda, dopo quella di Alagna, a proporre ai propri clienti un percorso di purificazione basato su una dieta e dei trattamenti alcalinizzanti. Una metodologia che prevede l’uso di acqua alcalina a tavola e non solo, una dieta studiata ad hoc dallo staff medico e una spa con caratteristiche particolari. Tutto viene fatto per riequilibrare l’organismo, troppo spesso sottoposto a stress nella società moderna.

Prosegue dunque il progetto di “alcalinizzare” tutti gli alberghi del Gruppo, così da offrire qualcosa in più agli ospiti. Allegroitalia vuole così offrire ai propri ospiti un soggiorno completo, all’insegna dell’allegria, dell’arte e dell’amore, per la bellezza e per se stessi.